logo

scrita artinprogress

L’ Associazione Uniamoci Onlus ha ricevuto un finanziamento da parte della Commissione Europea per la realizzazione di “ART in Progress free creative spaces”, un’iniziativa giovanile nazionale nell’ambito del Programma Gioventù in Azione.

“ART in PROGRESS free creative spaces” è un progetto di azione sociale volto a sensibilizzare la comunità ad atteggiamenti inclusivi nei confronti dei soggetti diversamente abili e ad incrementare la libertà creativa/espressiva del gruppo attraverso attività di formazione artistica e performance.

Sono iniziate nel mese di Febbraio le attività previste dal progetto che si propone, attraverso azioni creative, artistiche e performative, l’obiettivo di lottare per l’inclusione sociale, la solidarietà e la tolleranza rafforzando la coesione sociale nell’Unione Europea e promuovendo la cittadinanza attiva dei giovani.
I partecipanti sono giovani normodotati e giovani con disabilità che lavorano insieme e producono arte contro marginalizzazione e diversità. Parte del progetto è stata realizzata nei locali della sede operativa dell’Associazione Uniamoci Onlus, un bene confiscato alla mafia. Situata a Brancaccio, una zona periferica palermitana, l’associazione occupa una posizione strategica per la realizzazione di attività inclusive in un contesto in cui la società tende a creare situazioni di marginalizzazione e a rafforzare concetti ormai radicati come diversità e pregiudizi legati alla disabilità; di fondamentale importanza sono stati gli eventi performativi svolti nei principali luoghi di ritrovo della città: performance artistiche che hanno posto la società siciliana, abituata spesso all’indifferenza, direttamente di fronte al lavoro di un gruppo di giovani, soggetti normodotati e disabili insieme, che affermano attraverso le proprie azioni, arte e creatività, l’abbattimento delle barriere mentali che ostacolano inclusione e integrazione coinvolgendo attivamente un pubblico spesso abituato alla passività.

Tale progetto ha avuto la durata di 241 giorni e le attività si sono svolte a partire dal 01-02-2014 al 30-09-2014 nella città di Palermo.

Partecipazione attiva nella progettazione
Il gruppo di giovani partecipanti, costituito da 10 giovani, in seguito ad incontri di analisi, conoscenza ed approfondimento delle tematiche affrontate, ha avuto un ruolo attivo e fondamentale nell’ideazione, pianificazione e programmazione delle attività progettuali di sensibilizzazione sociale; alcuni di loro del resto affrontano quotidianamente le tematiche portanti della presente proposta progettuale essendo essi stessi diversamente abili. L’Associazione Uniamci Onlus ha supportato il gruppo di giovani in seno a cui si è delineata l’idea progettuale, nella concreta elaborazione della stessa ed organica definizione di obiettivi e priorità, nonchè delle modalità, metodologie ed attività da implementare per rag- giungerli. Il gruppo di giovani costituitosi ha gestito in maniera autonoma le attività previste attraverso la cooperazione reciproca, sperimentando le proprie abilità in un clima accogliente e supportivo, in cui i ruoli rivestiti da ciascun parte- cipante derivano da un’autovalutazione delle proprie capacità e non da eventuali differenze di carattere fisico o culturale. Tutte le attività sono scaturite da discussioni all’interno di tavole rotonde al fine di orientare il processo comunicativo in senso costruttivo, favorire la negoziazione, la comprensione dei punti di vista altrui, la libera espressione delle proprie opinioni ed, in particolare, assicurare la piena partecipazione dei giovani diversamente abili al processo decisionale.

Le attività
I partecipanti, attraverso il dialogo e il lavoro di gruppo, sono stati impegnati nella realizzazione di attività artistico-inclusive caratterizzate dal forte impatto sociale che, grazie alla documentazione fotografica, ai video, agli articoli di giornale, puntate web radio, la diffusione nel web ed il booklet conclusivo, potranno continuare ad essere efficacemente divulgate tra i giovani diffondendo i Valori su cui si fonda l’Unione Europea.

Le attività svolte sono le seguenti:
• la realizzazione dell'”Assemblaggio scultoreo della Vita”: un’installazione simbolo di una società variegata, con paure e difficoltà, ma unita e tesa al raggiungimento dell’inclusione;
• la creazione dello “Spazio della Socializzazione”: uno spazio di confronto giovanile e di incontro inclusivo, in cui è stato dipinto un grande murales ed altri interventi creativi;
– incontri di esplorazione di metodi d’espressione contemporanei;
• evento di inaugurazione dello “Spazio della Socializzazione” e dell'”Assemblaggio scultoreo della vita”
• workshop di progettazione di performance artistiche da realizzarsi all’aperto, con il coinvolgimento attivo dei passanti, che hanno visto protagonisti giovani e giovani con disabilità impegnati nell’atto fisico di lottare contro i pregiudizi, l’intolleranza e le barriere mentali che ostacolano l’inclusione sociale, impegnati nella costruzione degli ideali di dignità
umana, democrazia e uguaglianza su cui è fondata l’Unione Europea ed in fine impegnati nell’atto concreto di abbattere e far crollare le barriere mentali e i pensieri di intolleranza ed emarginazione che ostacolano la formazione di una società inclusiva;
• tavole rotonde di introduzione al Programma Gioventù in Azione, illustrazione delle caratteristiche della nuova Programmazione Europea per il periodo 2014-2020 nel settore della gioventù, esplorazione dei Diritti Umani e dei Valori su cui si fonda l’Unione Europea;
• workshop di progettazione e creazione di un memory gigante dei Diritti Umani: un gioco di memoria da utilizzare nelle piazze della città con l’obiettivo di diffondere in maniera divertente i Diritti Umani;
• workshop di progettazione e creazione di cartoline illustrate che permettano una fruizione immediata dei principali Valori sostenuti dall’Unione Europea;
• partecipazione a puntate web radio, redazione di articoli di giornale, creazione di un booklet finale e di un video-spot che diffonda una nuova immagine della disabilità: giovani attivi capaci di creare e produrre!
• evento finale;

EU_flag_progryia_IT-01

Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione Europea.
L’ autore è il solo responsabile di questa comunicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

Annunci
Associazione Uniamoci Onlus
 
Aspetti Artistici a cura della Dott.ssa Martina Di Liberto
 
Progetto “Art in Progress Free Creative Spaces”, un’iniziativa giovanile il cui obiettivo principale consiste nella lotta contro l’esclusione sociale attraverso la realizzazione di attività artistiche-creative-sociali svolte da un gruppo costituito da giovani e giovani con disabilità. Le attività previste rappresentano un valido momento di integrazione sociale tra i partecipanti e, attraverso le iniziative di sensibilizzazione sociale mostreranno un altro modo di vivere e guardare alla disabilità fondato sull’inclusione, la tolleranza e l’abbattimento dei pregiudizi. Progetto finanziato con il sostegno della Commissione Europea nell’ambito del Programma Gioventù in Azione.